wired.it
07/08/2013 | autore: Davide Cerruto

Il concorso per le foto fatte con il cellulare



Mobile Photo Awards

il sito del Mobile Photo Awards

Tutti possono impugnare uno smartphone e fare click, ma la fotografia via cellulare può essere un'arte alla pari di quella tradizionale. E mettersi alla prova non costa nulla, anzi costa venti dollari. Quest’anno si terrà il terzo Mobile Photo Award (www.mobilephotoawards.com), dopo aver pagato la quota d'iscrizione si ha diritto a far entrare in concorso 3 immagini scattate col proprio telefonino, senza limitazioni riguardo all’uso di filtri e app. In palio c'è qualche centinaio di dollari ma anche il diritto a entrare nella mostra itinerante che ne seguirà. I risultati delle prime due edizioni sono stati strabilianti, in termini di partecipazioni e per il livello qualitativo delle immagini. A conferma che la fotocamera e i megapixel non sono poi così importanti, quello che conta è l’idea che c’è dietro e il risultato finale.

Lo smartphone rappresenta anche la nuova frontiera del fotogiornalisti, anzi dei mobile street photographer. Il reporter di guerra Benjamin Lowy, giusto per citare un vincitore del World Press Photo, ha usato un banalissimo smartphone per i suoi complicati servizi in Afghanistan e in Libia. I motivi sono molteplici. Oltre a essere leggerissimo, il telefonino ha il vantaggio di passare inosservato rispetto a una vistosa reflex. Ma la qualità finale delle foto rimane comunque accettabile e “servita” con uno stile originale dovuto ai moltissimi filtri a disposizione.

Leggi anche:
Il concorso per le foto fatte con il cellulare
Come fare foto migliori con il tuo smartphone
Le App migliori per le foto del tuo smartphone
I tre migliori smartphone per fotografare secondo Wired

0Commento

attività degli amici